HOME/NEWS/Mangiare frutta abitualmente riduce il rischio di depressione
mangiare frutta abitualmente rende felici

Assumere frutta ci rende davvero pi felici e positivi? Rispetto a cosa?

Secondo uno studio dell’Università di Aston, pubblicato sul British Journal of Nutrition, c’è una correlazione tra il benessere psicologico e le abitudini alimentari.

In particolare il focus dello studio è sulla frequenza e abitudine al consumo di due tipologie di alimenti: la frutta, e gli snack molto calorici e poveri di nutrienti (come dolci e patatine fritte).

I risultati della ricerca hanno evidenziato che un consumo più frequente di frutta è associato a una riduzione dei sintomi di depressione e un maggiore benessere psicologico. Al contrario, un consumo più frequente di snack salati è associato ad un aumento dei sintomi di depressione, stress, ansia e ridotto benessere psicologico.

Altre ricerche recenti suggeriscono che la relazione tra l’assunzione di frutta e verdura e salute psicologica è più forte per frutta e verdura cruda rispetto a quella cotta o in scatola.
Infatti è risaputo che l'assunzione frequente di frutta in forma cruda (ad esempio, spuntini di frutta), massimizza l'assorbimento di nutrienti con proprietà antiossidanti, avendo così un'influenza più potente sulla salute psicologica.

In conclusione, la salute psicologica può essere direttamente e indirettamente influenzata da specifici alimenti ricchi di nutrienti (frutta) e poveri di nutrienti (spuntini salati). 

Abitudini alimentari che portano a una migliore salute psicologica oltre che fisica concorrono ad un maggiore benessere individuale.

 

Riassumendo? Più frutta cruda, più alimenti ricchi di nutrienti, più benessere a 360°!